CIAO MAMMA CARA
   

Ciao mamma ...
è arrivato un'altra volta l'autunno e son già ventidue anni che non ci sei più su questa terra.
Sembra ieri, ma come è lontano ormai
quel maledetto 9 di Ottobre 1994.
Tu sai mamma che aspetto con impazienza che sia notte,perche solo la notte posso raggiungerti...per raggiungervi, per incontrarmi con tutti voi, miei cari.
Cammino e cammino ogni notte con la speranza di vedervi e di abbracciarvi.
Questo continuo scivolare tra sogni senza tempo dove cerco inutilmente di fondere il passato con la realtà, mi stanca e mi indebolisce sempre più sai mamma.
Ho come dei flash...sogno e sono io il regista di questo viaggio.M'invento trame con posti senza luogo e senza date.
Lancio una fune in alto in cielo e mi aggrappo per raggiungervi nell'aldilà.Capita che i sogni sono brevi e si interrompano bruscamente perche Micia si lamenta e piange e devo alzarmi e correre da lei. Poi, quando si è calmata torno a letto e prego tutti i Santi, che mi aiutino a rientrare in quei sogni... a volte ci riesco.
In quegli istanti cerco di fondere e di intrecciare l'irreale con la mia vita di adesso.
Vorrei avere poteri magici,vorrei che tutti i miei cari defunti e tutte le persone che mi hanno voluto bene prendessero quella fune ,ed io allora incomincierei a tirare ,a tirare con tutte le mie forze per farli tornare tutti indietro quì su questa terra, ma è solo un sogno...
Ciao mamma ,un abbraccio con il cuore a te, a papà e a mio marito ,a tutti i nostri cari e fai una carezza per me a tutti i nostri animali e alla mia Dana...

Nadia Mazzocco 

Home