FRAGILE BIMBA
   


La sfera di vetro rigirata tra le mani
fa cadere brillantini sul paesaggio
e dentro vedo me bimba
rivedo i miei giochi
i ritagli di stoffe e nastrini rubati
per vestire la bambola di pezza
Io bimba timida sempre in corsa
per guadagnarmi l'amore di mamma
e la sua attenzione
Malinconica fino alle lacrime
anche se tra i capelli
lei mi metteva fiocchi colorati
C'era sempre una barriera
tra me e la sua carezza
Bimba fragile...
triste come i miei vestiti
a quadretti e incolori
bimba ribelle rasata a zero
perché i miei capelli non erano ricci
in castigo dietro a una lavagna
il primo giorno di scuola
La mia mente vaga...
i ricordi corrono come le onde
ma non cerco più un senso
al quei piccoli dispiaceri
Non duole oramai
perché finalmente ho trovato
il tuo sguardo che mi ama
nel firmamento




Considerazione dell'autrice:

La madre rappresenta per ogni bimbo un modello archetipico, ancestrale, è la personificazione dell’affetto, dell’amore e tale deve mostrarsi
al figlio facendogli sentire un amore incondizionato.
Mia madre è stata una madre austera ,poco incline al contatto fisico...ecco,forse nasceva da lì la mia malinconia di bimba...desideravo attenzioni e tutte le premure di cui da bambini non possiamo fare a meno.Siamo fragili e vulnerabili e io nascondevo la mia debolezza e timidezza mostrando un comportamento ribelle.
Solo con la maturità sono riuscita a capire mia madre
e il suo carattere.

Nadia Mazzocco 

Home