TRACCIE DAL PASSATO
   

Il passato....

Condivido un pensiero di Mauro Baricco
e cito le sue bellissime parole:

"Ci sono dei momenti in cui ti giri indietro e guardi quanta strada hai fatto, tocchi le cicatrici che sono lì in bella mostra a ricordarti la tua storia, a raccontarti che nonostante qualsiasi sbaglio o fallimento sei ancora qui, in piedi, guardando avanti."

***

Continuo con una pagina dal mio diario del Giugno 2007

L'ANIMA È...

L'anima è come una grande cittá
fatta di tante vie
in alcune ci vado ogni notte
in cerca di teneri ricordi
In altre ci ritorno con la mente
o mi rifugio a cercare tracce
di gioie e conforto
Ai margini della cittá
c'è una via a cui non ho dato un nome
Non ci vorrei ritornare mai
a camminare tra quegli angoli bui
saturi di rancori crudeltà e menzogne
mi basta guardare le mie cicatrici
ed un marasma di emozioni
mi scoppiano dentro
implacabili come il dolore



La Via dell'Amicizia

Ci entro spesso nel passato
per ricordare quelle serate d'estate
piene di calore ed allegria
quando si tirava a far tardi
quegli anni dove l'amicizia
rendeva meno duro anche il lavoro
quelle complicità...quegli sfoghi
quei segreti fra noi Amici...
Parlo di amicizia vera
quella che non ha sesso né età
e non se ne andrà mai dal cuore
non contano le grandi distanze ...
Realmente lo disfruté en su momento
y me dejó un recuerdo inborrable


La via della Comprensione e Compassione

Sono tante le sfumature della "compassione"...
potranno passare anche mille anni
chissà se c'incotreremo ancora o mai più
ma io non dimentico
chi mi è stato vicino
in uno dei periodi più bui della mia vita
Come potrei dimenticare!


La Via degli Stolti

Ci vivono quelli
che non ho tollerato
allontanati dal mio cuore
per sempre cancellati dalla lista
anche se con fin troppa benigna indulgenza
A me l'educazione ricevuta
mi fregava sempre
Ma con gli anni sono migliorata
stufa di essere quella mite,
indulgente...malleabile.
E basta!!!
Meglio dire tutto chiaro e tondo
e "a muso duro".
Stolti sono coloro
che invece di consolare il dolore altrui
ironicamente usarono la parola"compatire"
come se la sofferenza di quei giorni
e gli sfoghi del cuore
per la paura del domani
che mi attendeva
fosse un peccato di cui vergognarmi
e da non mostrare al mio prossimo
Mai nella mia vita
ho avuto bisogno di farmi commiserare
Ma di conforto io sì
che ne avrei avuto bisogno
e a piene mani!



Concludendo aggiungo che

il passato l’uomo non lo puó cancellare.E nemmeno Dio!

Anche Aristotele cita Agatone nell’Etica miconachea :

“..questo solo è negato a Dio: disfare il passato."



Nadia Mazzocco 

Home